Gruppi visibili: Tutti i partecipanti
L'idea è quella di sollecitare la curiosità degli studenti, di stimolare la loro partecipazione, di indurli a contribuire in maniera attiva alla costruzione dei loro ambienti di apprendimento. Lo scopo quello di sostenere la sperimentazione e favorire lo sviluppo di spazi e processi di percezione emotiva, di comprensione intuitiva, di comunicazione multimodale, di condivisione e potenziamento delle conoscenze e delle competenze. L'auspicio quello di contribuire a rendere almeno un pò meno evanescente il diritto di chiunque ad apprendere per tutto l'arco della propria vita.

Il modo di concepire, organizzare e gestire la conoscenza sta cambiando in maniera profonda. Non basta più distribuire istruzione perché le persone apprendano. Per acquisire nuovi saperi e competenze, per dare valore a ciòche si sa e a ciò che si sa fare occorre non solo studiare ma anche riflettere, capire, fare, sperimentare, collegare, comunicare.

La capacità di collaborare, connettersi, stabilire relazioni è destinata perciò a diventare sempre più importante nei processi di apprendimento; il docente è sempre più uno sviluppatore di ambienti di apprendimento appropriati; il successo o il fallimento delle tecnologie, il loro carattere «amichevole», è connesso alla loro capacità di dare voce al bisogno di relazione, costruzione, partecipazione e dunque apprendimento delle persone piuttosto che di essere utilizzate come un «camioncino» che distribuisce ed eroga contenuti e/o informazioni sotto forma di courseware.

Sviluppare le potenzialità della «classe» vuol dire in questo quadro creare le condizioni affinché chi studia non sia un passivo ricettore di informazioni ordinate e selezionate dal docente ma un protagonista attivo, esso stesso produttore di conoscenza e costruttore di ambienti di apprendimento, soggetto in possesso degli "arnesi" necessari per comprendere e analizzare in maniera critica una determinata situazione o contesto, per prendere decisioni anche in presenza di elevata ambiguità e incertezza, di risolvere problemi.

Queste alcune delle idee che orientano il nostro lavoro.
E tu, cosa ne pensi?
Raccontaci delle tue idee, opinioni, considerazioni, valutazioni, sul corso, man mano che esso va avanti, utilizzando questo spazio.
Buona partecipazione.


(Non ci sono ancora argomenti di discussione in questo forum)